Pitbull, è davvero una razza aggressiva?

Spesso il Pitbull viene associato a una razza aggressiva, anche se in realtà chi la conosce sa bene che sono cani tutt’altro che aggressivi. Sicuramente si tratta di una razza impegnativa di taglia media, molto forte e dotato di una muscolatura compatta, agile e veloce nei movimenti. Tuttavia se circondato dall’affetto della famiglia, sviluppa il suo vero carattere dolce e amorevole, proprio come tutti gli altri cani. E proprio come ogni altra razza di cane se il Pitbull si trova a vivere in un ambiente violento si rivelerà più incline a sviluppare comportamenti aggressivi, che divengono molto pericolosi anche a causa della sua struttura possente e della sua forza.
Il pitbull è un cane che generalmente regge molto bene lo stress fisico e mentale, intelligente e un po’ testardo, che viene spesso utilizzato come cane da guardia. Molto spesso è proprio un addestramento troppo incentrato sulla guardia a sviluppare in lui quell’aggressività particolare. Mentre invece con un addestramento mirato fin da cucciolo, si presta benissimo anche come cane di famiglia, perfetto anche con i bambini. In molti Paesi il pitbull viene addirittura consigliato nella Pet Therapy per la cura dell’autismo.
Ma come educare bene il pitbull?
Iniziamo con il dire che potrebbe non essere la razza di cane adatta a chi è alle prese con la prima esperienza, che ha bisogno di qualcuno che possa dedicargli del tempo libero per farlo uscire, correre e giocare all’aperto fin da cucciolo, per poter liberare la sua energia. Il Pitbull ha bisogno di passare del tempo con il proprietario a cui si affeziona molto, meglio evitare quindi di prendere un animale come questo se poi non si ha la possibilità di dedicargli le giuste attenzioni.

Come prendersi cura del pitbull

Dato il suo fisico forte, non necessità di grandi cure se non di un’alimentazione equilibrata che è sempre meglio stabilire con il proprio veterinario di fiducia in modo da evitare carenze nutrizionali in questo animale o, al contrario, di farlo ingrassare troppo. I Pitbull tenuti in casa, infatti, tendono ad eccedere con il cibo e quindi ad aumentare di peso esponendosi maggiormente ad alcune malattie.
L’alimentazione ideale del pitbull è composta da cibo per cani ad alto contenuto di proteine e carboidrati.

Per quanto riguarda il fabbisogno calorico quotidiano è necessario conoscere il peso dell’animale. Un pitbull adulto del peso di 20 chili avrà bisogno di circa 1750 calorie al giorno per mantenere il suo stile di vita attivo. Ovviamente anche l’età e il livello di attività fisica del cane giocano un ruolo importante nel determinare quello che dovrebbe essere il fabbisogno di calorie e condizionano in modo importante la dieta del vostro pitbull. I cani più anziani avranno bisogno di circa 875 calorie al giorno, a differenza dei cuccioli nella fase di crescita e dei giovani adulti che avranno un fabbisogno maggiore. I cuccioli nella fase di crescita, le mamme in allattamento e i giovani pitbull avranno bisogno di circa 1100 calorie al giorno per mantenersi in buone condizioni di salute.
Anche le proteine svolgono un ruolo importantissimo, poiché sono responsabili del mantenimento della massa muscolare e della crescita ossea. Il pasto del pitbull dovrebbe contenere circa il 25-30% di proteine.
Nella sua dieta sana e bilanciata non dovrebbero mai mancare i grassi (10%), responsabili del corretto mantenimento della temperatura corporea e dell’aspetto del pelo, e la giusta dose di i carboidrati, fonte di energia. Per potersi davvero dire completa la dieta del pitbull dovrebbe prevedere infine vitamine e minerali, che rafforzano il sistema immunitario.
In condizioni di peso normali si tratta di un cane non soggetto a particolari malattie e, vista la sua prestanza fisica, generalmente gode di ottima salute. Tuttavia è importante programmare i controlli periodici di routine con il veterinario, ed effettuare la profilassi contro zecche e pulci, oltre che la cura preventiva della Filariosi Cardio Polmonare.
Trattandosi di un cane a pelo corto non richiede particolari cure neppure nella manutenzione del manto, ed è sufficiente spazzolarlo di tanto in tanto.

1 Comment

  1. Pingback: Pitbull, Rottweiler e Dogo argentino sono veramente cani pericolosi? – Expodog Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

trova cuccioli

Articoli più letti

Ultimi articoli

Sezioni del sito