5 consigli per aiutare Fido a superare estati roventi

Le temperature torride che quest’anno sono giunte con largo anticipo sembrano non voler allentare la presa, e il caldo eccessivo rischia di creare seri problemi anche ai nostri amici a quattro zampe, in particolare se vivono all’aperto. Ecco allora alcuni consigli di esperti cinofili per aiutarli a superare questo periodo limitando loro lo stress e riducendo al minimo i rischi legati alle colonnine di mercurio particolarmente alte.

Afa e sole stressano il nostro amico a quattro zampe

L’afa eccessiva non stressa solo noi, anche Fido finisce per diventare più insofferente a tutto e assumere atteggiamenti che potrebbero anche sfociare in episodi spiacevoli. Per aiutarlo a superare meglio la stagione più calda dell’anno però, ci sono piccole cose che possiamo fare. In particolare gli esperti cinofili raccomandano di:
  • evitare di tosare il pelo del cane
  • predisporre una protezione solare adeguata
  • evitare di lasciarlo in aree assolate nelle ore più calde
  • rinfrescarlo se notiamo che si è surriscaldato
  • non fargli mai mancare la ciotola con acqua fresca
  • attenzione al collare a strozzo
La prima raccomandazione che arriva dagli esperti cinofili è quella di evitare di sottoporre il cane alla tosatura. Magari siamo portati a pensare che una eccessiva presenza di pelo aumenti in lui la sensazione di calore, per cui provvedere alla toilettatura ci appare come la cosa più saggia da fare. In realtà è sbagliatissima, perché il pelo del cane svolge una funzione termoregolatrice e lo protegge da scottature e tumori della pelle. Il pelo andrebbe sempre lasciato lungo almeno 5 centimetri, e tosato solo in particolari casi.
Il cane si ustiona con facilità se resta esposto ai raggi UV, ed è per questo che, se stai organizzando una vacanza al mare con Fido, dovresti mettere nello zaino da spiaggia anche una protezione adeguata. In genere i veterinari consigliano degli spray solari a schermo totale, proprio come quelli dei bambini.
Se il tuo amico pelosetto è abituato a trascorrere le ore del giorno all’aperto, con l’arrivo dell’estate è importante modificare leggermente le sue abitudini. Nelle ore pomeridiane meglio restare in casa, o al massimo in giardino purché vi sia ampia disponibilità di aree ombreggiate. Assolutamente da evitare i terrazzi piastrellati, dove le mattonelle possono raggiungere temperature insopportabili. Via libera quindi ai pomeriggi all’aria aperta solo se ci sono zone d’ombra che rimangono riparate dai raggi solari per tutto il giorno, e in presenza di una buona cuccia coibentata. Sono molte le regioni che hanno già predisposto divieti di tenere il cane sul terrazzo, e che impongono la presenza di cucce coibentate.
Ovviamente, sia che il cane trascorra i pomeriggi in casa sia che invece prediliga il giardino, non dovranno mai mancare ciotole con abbondante acqua fresca, da cambiare con regolarità per evitare che le temperature torride la rendano poco invitante da bere.
Nonostante tutti gli accorgimenti Fido si è surriscaldato? Per rinfrescarlo bagnalo nelle zone dove non è presente pelo: nell’interno coscia, nella pancia, sulle zampe, intorno alle orecchie e al naso. Se notate che si è surriscaldato troppo mettete del ghiaccio secco nell’interno coscia, avendo cura di avvolgerlo in un panno leggero.
Vuoi fare felice il tuo cane? Se disponi di un bel giardino potresti pensare di installare una piscinetta tutta per lui. I cani amano l’acqua e la piscinetta darà loro modo di rinfrescarsi quando avvertono che il caldo si sta facendo eccessivo. Osservalo: se noti che tende a scavare delle buche in giardino potrebbe dipendere dal fatto che sente caldo e cerca posti più freschi in cui rigenerarsi.
Evita di portarlo a fare la consueta passeggiata nelle ore centrali della giornata, preferisci piuttosto le ore serali ed evita, se possibile, di fargli indossare il collare a strozzo. Utilissimo e molto apprezzato per l’addestramento, questo particolare collare può causare episodi di ipossia nel cane affaticato, conducendolo anche allo svenimento. Il collare a strozzo va benissimo per insegnargli a rispondere ai comandi, ma per le passeggiate nelle serate estive sarebbe meglio fargli indossare una bella pettorina, in particolar modo quando si tratta di cani brachicefali.
Per il percorso scegli parchi, giardini pubblici e viali alberati: farlo camminare a lungo sull’asfalto reso rovente dalla giornata di sole potrebbe causargli ustioni ai polpastrelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

trova cuccioli

Articoli più letti

Ultimi articoli

Sezioni del sito