American Staffordshire Terrier: il cane dalla sensibilità spiccata

L’American Staffordshire Terrier (o AMSTAFF) è una razza canina originaria delle colonie inglesi dell’America del Nord e del Canada, e discende dal Bull and Terrier e dal Bull Paul Terrier. L’albero genealogico dell’AMSTAFF è quindi particolare, poiché proviene da due razze oggi estinte.

AMSTAFF: le origini

L’AMSTAFF, come molti suoi cugini (compreso il Pitbull) fu inizialmente selezionato con lo scopo di utilizzarlo come cane da combattimento nelle arene. A partire dagli Anni Trenta furono però seguiti dagli allevatori due canoni di selezione diversi per le due razze. Mentre l‘American Pit Bull Terrier continuò ad essere allevato per i combattimenti, per l’American Staffordshire Terrier venne data particolare importanza al fattore estetico.

American Staffordshire Terrier carattere

Il carattere dell’American Staffordshire Terrier è molto simile a quello del Pitbull, ma decisamente più temperato. Pur avendo mantenuto la sua personalità orgogliosa e combattiva infatti, dispone anche di un grande autocontrollo. La sua indole potrebbe risultare aggressiva solo se affidato alle mani sbagliate: è fondamentale saperlo addestrare evitando di aizzarlo a fare del male. Coloro che sapranno instradarlo nella direzione giusta potranno però contare su un cane equilibrato e capace di rimanere all’interno del ruolo che gli viene assegnato.

L’AMSTAFF non è un cane adatto alle persone che non hanno esperienza. Così come avviene per il Pitbull è infatti fondamentale la presenza di una persona che sappia imporsi come capobranco senza mai mostrare segni di cedimento. Nella famiglia in cui viene inserito l’AMSTAFF dovrà esserci qualcuno disposto a dedicargli molto tempo ed energie, facendolo correre e facendogli fare molto esercizio fisico, ma anche disposto a educarlo alla socializzazione. Al verificarsi di queste situazioni l’AMSTAFF saprà dimostrarsi un ottimo cane da compagnia, perfetto anche da inserire in famiglie con bambini, verso i quali sarà dimostrarsi affettuoso e paziente.

La sua innata sensibilità molto sviluppata porta l’AMSTAFF a distinguere sempre bene se la persona che ha davanti è animata da buone intenzioni o meno, e ad agire di conseguenza. Questa caratteristica lo rende un ottimo cane da guardia.

Può adattarsi a vivere anche in un appartamento, a patto di garantirgli un adeguato esercizio fisico. La sua corporatura agile e massiccia richiede infatti ambienti in cui può sfogare la sua energia regolarmente. Agile e robusto, l’American Staffordshire Terrier ama uno stile di vita attivo ma anche improntato al gioco. L’ambiente ideale potrebbe essere una casa in campagna, dove il pelosetto può disporre di tanto verde dove scorrazzare liberamente, mentre si dedica in compagnia del padrone al frisbee, al riporto del bastone o della pallina e altri giochi per cani attivi.

Se educato correttamente fin da cucciolo l’AMSTAFF risulta un cane capace di socializzare sia con la famiglia che con gli altri cani e persone all’esterno del nucleo familiare. Le sue caratteristiche originarie di cane da combattimento sono infatti state temperate nel tempo, mantenendo un cane coraggioso ma con indole molto meno aggressivo del cugino Pitbull.

Oggi l’American Staffordshire Terrier è un ottimo cane da guardia ma anche un esemplare equilibrato capace di distinguere ad un primo sguardo se la persona che ha di fronte è animata da buone o cattive intenzioni. In quest’ultimo caso farà affiorare tutta la sua indole per difendere la sua famiglia da eventuali pericoli, mentre se avverte buone intenzioni sarà pronto a socializzare.

La sua propensione al gioco lo rende capace di sviluppare un grande attaccamento alle persone del nucleo familiare in cui viene inserito fin da cucciolo. Anche se tenderà sempre a dimostrare un attaccamento particolare verso colui che lo educa e lo addestra, trascorrendo la maggior parte del tempo con lui, sarà sempre un ottimo cane da compagnia.

Malattie dell’American Staffordshire Terrier

Pur trattandosi di una razza di cane rustica e resistente, l’AMSTAFF può sviluppare alcune patologie tra cui le cardiopatie, per cui è importante programmare dei controlli regolari dal veterinario che verificherà lo stato del suo cuore.

Come molti altri cani di grossa taglia l’AMSTAFF può inoltre soffrire di displasia all’anca, un problema che si sviluppa durante la crescita ma che può essere diagnosticato fin da cucciolo. Un’ottima soluzione arriva dalla scelta di rivolgersi ad allevamenti selezionati che possono garantire cuccioli esenti da displasia dell’anca o del gomito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trova cucciolo

Articoli più letti

Ultimi articoli

Sezioni del sito