Cuccioli a prezzo da saldo? Attenzione alla truffa.

Stai cercando il cucciolo e, dopo estenuanti ricerche, finalmente hai scoperto su un noto sito di annunci che la razza che desideri è finalmente disponibile ad un prezzo talmente basso che non puoi fare a meno di chiamare l’inserzionista…ma ti stai cacciando in un guaio.

Attenzione per chi cerca un cucciolo; attenzione alle offerte a ribasso di cuccioli di cane in vendita su Internet! Vi sono personaggi che si definiscono allevatori amatoriali e che dispongono anche di siti internet sui quali, pur sempre specificando di essere amatoriale, si possono leggere decine e decine di diverse razze e annunci di cuccioli in vendita!

E come puo essere possibile? Infatti non lo è! Vi sono 3 categorie:

1) allevatori professionali con tutti i requisiti e le autorizzazioni (p.iva, registrazione azienda asl, registro cani, pagamento iva ecc….) che allevano da 1 a max 3 diverse razze;

2) allevatori amatoriali che dispongono di un numero legale che non possono superare (poichè dovrebbero invece richiedere le autorizzazioni sanitarie, avere un registro di carico e scarico, ecc…) e che non possono vendere più di un numero stabilito di cuccioli (poichè altrimenti dovrebbero dichiarare i compensi nella denuncia dei redditi e rientrare nei requisiti richiesti dalla legge sul benessere animale);

3) abusivi / clandestini / vendite in nero / importazioni illegali che spesso si auto-definiscono allevatori amatoriali.

Si vuole solo evidenziare la realta’ appartenente alla 3° categoria sopra citata e dei falsi allevatori amatoriali. La maggior parte di essi commercializzano cuccioli, abusivamente, illegalmente, senza rilascio di nessuna certificazione e di acquisto (ricevuta fiscale/fattura) spesso senza microchip, alla richiesta di pagamento solo contanti e con consegna in uscite autostradali (poichè non vi è modo di sapere il loro indirizzo con diverse loro scuse).

Non fatevi tentare dai prezzi richiesti decisamente troppo modesti non avendo nessuna garanzia a vostro favore e per il cucciolo a vostra tutela.

Alcuni hanno anche solo 2/3 soggetti, poi però si vedono nel web decine decine di diversi annunci e di diverse razze con lo stesso numero di telefono. Provate a cercare in numero di telefono del soggetto su Google per rendervi conto se vi sono piu annunci dell’inserzionista “amatoriale/occasionale”.

Non fatevi ingannare dalla solita scritta “provengono da allevatori privati o nati in casa o da un amico”: la vostra sensibilità è per questi personaggi il loro punto di forza!

Effettuate i controlli all’anagrafe canina

Purtroppo, oggi giorno, centinaia di “privati” si improvvisano “allevatori” o si spacciano per tali.

Diffidate di:

1) chi non possiede una p.iva se è allevatore professionale , o afferma di esserlo, o comunque chi alleva diverse razze senza avere, appunto, p.iva (registro imprese) ne iscrizioni ed autorizzazioni sanitarie. Ricordate che i genitori devono essere iscritti all’anagrafe canina; richiedete di visionare il pedigrèe e/o fatevi indicare il n° di microchip/tatuaggio per constatare se sono iscritti nella banca dati nazionale dell’anagrafe canina visibile per tutti al seguente indirizzo:
http://www.salute.gov.it/anagcaninapublic_new/home.jsp
unico modo per essere certi che non vi siano illegalita’ e dubbi di provenienza !

2) chi afferma di essere allevatore amatoriale senza affisso enci e/o genitori non visibili (richiedete di visionare il pedigrèe o fatevi indicare il n° di microchip/tatuaggio per constatare se siano iscritti nella banca dati nazionale dell’anagrafe canina ed iscrizione cartacea); gli allevatori amatoriali sono tali se allevano 1/3 razze purchè vengano allevati sempre meno di 30 cuccioli l’anno.

3) allevamenti che non vengono seguiti e monitorati dai servizi sanitari veterinari di competenza o da veterinari di libera professione (non sono veritieri libretti che indicano vaccini eseguiti in assenza di timbro e firma del medico veterinario) !

4) chi non segnala su siti o annunci il proprio indirizzo, sede (e se notate bene….questo è spesso “omesso”); 

5) chi alla vostra domanda “in che località si trova?” pone a voi la stessa domanda e aspetta di sapere da voi la vostra localita’ di residenza in modo da potervi dire che essendo un po piu distanti hanno un loro corriere che puo recapitarvi il cucciolo ma con pagamento solo in contanti.

Come tutelarvi e cosa fare sempre 

  • contattate l’anagrafe canina o il servizio asl di appartenenza del luogo dell ‘allevatore prima di recarvi dallo stesso (se lo è realmente è conosciuto)
  • la visione dei genitori; diffidate nell’immediato se dopo la vostra richiesta vi viene bugiardamente risposto: uno (o entrambi i genitori) non ci sono …è un diritto di monta, …è presso lo zio in (olanda?) ; … È a casa della nonna ecc….
  • nella maggior parte dei casi il pedigree o in assenza, sempre la visione dei genitori e garanzia scritta per malattie ereditarie (in questo modo sarete sempre tutelati poichè chi vi rilascia maggiori garanzie scritte ha la certezza di una selezione nel tempo).
  • foglio di registrazione all’anagrafe canina/asl del cucciolo di avvenuta applicazione microchip ed iscrizione come è richiesto dalla legge nazionale!
  • in caso di allevatore amatoriale o privato richiedete un foglio (scrittura privata) di cessione del cucciolo con i dati del venditore (incluso codice fiscale e n° carta identita’) i dati del cucciolo e il vostro nominativo con entrambe le vostre firme con un minino di garanzia scritta sulla salute (se non sono disponibili…allora chiedetevi mille perchè…diffidate subito).
  • dopo l’acquisizione far visitare nell’immediato il cucciolo eseguendo un esame accurato delle feci, tonsille e temperatura rettale.
  • eseguite il passaggio di proprieta’ presso la vostra città. E’ vostro diritto informarvi presso gli organi pubblici che sono a vostra disposizione.

Ricordatavi che tutto questo abusivismo, illegalita’, acquisti in internet non in regola da “privati o commercianti o pseudo allevatori” che trafficano cani sta aumentando grazie e ripeto grazie a persone che acquistano questi cuccioli! Se la domanda c’è l’offerta non puo che accrescere!

Non alimentare questo mercato e questo traffico di esseri viventi: acquistate da allevatori seri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trovi interessante questo contenuto? Condividilo.