Quali sono le razze di cani “primitivi” per l’ENCI?

Se hai già avuto modo di partecipare a un’esposizione nazionale o internazionale che l’Ente Nazionale Cinofilia Italiana propone tutti i mesi in diverse città italiane, sicuramente ti sarà capitato di leggere che esiste una categoria di cani “primitivi” nella classificazione ENCI. Ma di cosa si tratta e quali sono le razze che possono essere definite tali?

Cosa vuol dire cani primitivi

Il termine “cani primitivi” è attribuito a determinate razze che, nel corso dei secoli, non hanno subito cambiamenti significativi nella loro morfologia e nel comportamento a seguito della selezione operata dall’uomo. Questi cani costituiscono un gruppo di razze classificate nel gruppo 5 della catalogazione ENCI, che li raggruppa sotto il nome di “cani di tipo spitz e primitivo”. Una ulteriore suddivisione porta ad avere tre sottocategorie, ovvero:

  • tipo primitivo
  • tipo primitivo da caccia
  • tipo primitivo da caccia con una cresta dorsale

Si tratta di cani ritenuti tra le razze più antiche, impiegati in varie attività come la pastorizia, il traino e la compagnia. Questo gruppo comprende razze spesso diverse, unite da tre caratteristiche morfologiche fondamentali:

  • orecchie triangolari
  • coda arricciata sopra la schiena
  • muso triangolare

Cani primitivi, quali razze

In totale sono 11 le razze di cani primitivi. Cinque di queste rientrano nella catalogazione ENCI “Cani di tipo primitivo” e sono il Basenji, il Canaan Dog, il Perro sin pelo del Perù, il Pharaon Hound e il Cane nudo messicano.

Altre 5 razze canine sono incluse nella catalogazione dell’ENCI come “Cani primitivi da caccia”. In questa categoria troviamo il Cirneco dell’Etna, il Podenco Canario, il Podenco Ibicenco, il Podenco Portoghese e il Cane di Taiwan.

Un solo esemplare invece compare sotto la voce “Cani primitivi da caccia con cresta dorsale”. Si tratta del Thai Ridgeback dog.

Carattere dei cani primitivi

I cani primitivi possono mostrare alcune caratteristiche comportamentali distintive, anche se ogni cane è dotato di una personalità unica, indipendentemente dalla razza. L’ambiente in cui cresce, l’addestramento ricevuto e l’interazione con gli esseri umani sono poi tutti fattori che possono influenzare notevolmente il comportamento di un cane. La diversità tra le varie razze di cani è ampia, ed esistono variazioni significative anche tra i cani primitivi. Tuttavia, ci sono alcune caratteristiche generali che possono essere associate a cani di questo tipo:

  • indipendenza maggiore rispetto ad alcune razze domestiche
  • istinto di caccia molto forte
  • cautela nei confronti degli estranei o delle nuove situazioni
  • livello di energia molto alto
  • sociabilità con altri cani, con i quali possono mostrare comportamenti dominanti o territoriali

1 Comment

  1. Credo che in questo contesto manchino le razze primitive giapponesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

trova cuccioli

Articoli più letti

Ultimi articoli

Sezioni del sito