Allergia al pelo del cane? Ecco quali razze scegliere.

I soggetti allergici al cane sono nettamente meno rispetto a quelli allergici al gatto, vediamo però di conoscere bene quali sono le cause dell’allergia. Ma ti anticipo che non esistono vere e proprie razze anallergiche come per quanto riguarda i felini, ma possiamo dare alcune indicazioni di quelle più gestibili e cosa fare per evitare il più triste dei momenti, ovvero quello di dover rinunciare al proprio amico a quattro zampe.

Conosciamo l’allergia ai cani e da cosa viene scaturita.

Gli allergeni causa di questo problema sono principalmente tre, si chiamano Can f1, f2 e f3.
Sono tutti da origine salivare, vengono trasportati su cute e pelo perchè il cane si pulisce e quindi si diffondono su tutto quello che rimane a contatto con il cucciolo. Il Can f4 invece viene direttamente prodotto dalle squame della pelle ed è però causa di un minimo numero di allergia rispetto alle altre tre precedenti.

Quando si scopre di essere allergici sarebbe opportuno richiedere un esame specifico per determinare a quale allergene si attribuisce l’allergia per gestire al meglio questo problema. Uno specialista è anche in grado di dare una terapia mirata per aiutare a sopperire all’allergia e dunque evitare di doversi separare dal proprio amico, ma anche la scelta della razza ed altri piccoli accorgimenti possono aiutare.

Quali sono le razze che si possono definire anallergiche e perché

Abbiamo anticipato che a differenza dei gatti non è possibile trovare una razza che si possa definire completamente anallergica, ma citiamo quelle con il quale con le dovute attenzioni è molto semplice convivere.

Esiste una vera e propria categoria di razze che hanno una caratteristica comune, quella di avere il pelo riccio, quindi con la lingua il cane non riesce a far aderire completamente tra il pelo tutti gli allergeni, e sono anche quelli che hanno meno problemi durante il cambio di stagione.

Possiamo dunque andare nello specifico citando razze come: Barboncino, Maltese, Kerrie Blu Terrier, Schnauzer ma anche tutti i meticci che hanno la caratteristica di avere il pelo arricciato. 

Non importa se corto o lungo, folto o rado, l’unico cane che possiamo gestire al meglio con delle allergie è quello a pelo riccio.

Se stai decidendo se prendere un cucciolo o meno perché sei allergico possiamo dirti con certezza che lui saprà ampiamente ripagare tutti i piccoli sacrifici che si devono fare per poter convivere serenamente voi e la tua allergia.

Quali sono gli accorgimenti per avere un cane nonostante l’allergia

Ecco per concludere un piccolo prontuario delle cose che si devono fare per convivere con il proprio cucciolo senza avere grandi problemi.

Pulizia quotidiana di cane e dei luoghi dove vive, è un’operazione importante se non vitale. Si deve sempre, magari con l’aiuto di guanti e mascherina, spazzolare il cane per fare in modo che non si accumulino allergeni nel pelo. Per la pulizia della casa si deve giornalmente utilizzare un aspirapolvere con filtro per allergeni e che sia specifico anche per il pelo di animale.

Per potersi gestire al meglio si può anche chiedere un valido aiuto dalla natura: prendere 100 ml di acqua ed aggiungere in uno spruzzino 5 gocce di olio essenziale puro di lavanda e 5di lemongrass, questo mix si può spruzzare sul pelo del cane e su tutte le zone dove vive, oltre che essere un ottimo repellente per le zecche è anche un rimedio per ridurre al minimo gli allergeni e dare il minor numero possibile di possibili reazioni allergiche.

Con questi piccoli accorgimenti si convive senza grossi problemi con il proprio cane, e mai dimenticarsi di aerare casa più volte al giorno.

1 Comment

  1. grazie per gli consigli. Giuliana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Trovi interessante questo contenuto? Condividilo.