Come addestrare il cane per i viaggi in auto – Expodog Blog

Come addestrare il cane per i viaggi in auto

Se stai iniziando a programmare le tue vacanze con Fido è importante valutare attentamente quali sono le strutture che accettano il tuo fedele amico a quattro zampe e, cosa assolutamente importante, insegnarli a viaggiare in auto.

Molto spesso infatti l’interno della vettura è per il cane un ambiente di gioco, un’estensione della casa o, peggio ancora, una cosa nuova da scoprire freneticamente, in cui riesce a tirar fuori tutta la sua vivacità.

Spesso la sua euforia nasce dalla consapevolezza di raggiungere una nuova meta, vacanza o gita fuori porta. Qualunque sia il motivo che lo spinge ad essere particolarmente agitato però, per poter fare un viaggio sereno e rilassante in auto con lui è fondamentale insegnarli alcune regole.

Ricordati che non è solo il relax ad essere messo in gioco, ma anche la sicurezza di tutte le persone che si trovano nell’abitacolo.

Un cane eccessivamente agitato infatti, potrebbe distrarre sia chi si trova alla guida che gli altri passeggeri, causando seri pericoli. ​

Cominciamo a vedere come educarlo a salire e scendere dalla vettura con calma. Questo addestramento si rivelerà efficace anche quando, per qualsiasi ragione, ti troverai a viaggiare con Fido su treni, autobus o qualsiasi altro mezzo di trasporto pubblico.

La prima cosa da fare è abituarlo fin da cucciolo a brevi viaggi, in modo tale da fargli prendere confidenza con il mezzo ed aiutarlo a contenere l’agitazione una volta adulto. ​ ​

Per essere in regola con le norme stradali il cane deve viaggiare nel vano posteriore dell’auto o nel bagagliaio, diviso sempre da una rete o da una griglia apposita.​ ​

Per insegnargli a salire garbatamente nella vettura il miglior metodo consiste nel portarlo davanti alla portiera tenendolo al guinzaglio, farlo sedere ed aprire lo sportello.

Se lui accenna a muoversi prima del tuo comando “sali” dovrai farlo riscendere e ripetere tutta l’operazione dall’inizio, fino a quando non aspetterà a muoversi dopo il tuo segnale.

Ovviamente non dovrà mancare il classico bocconcino come rinforzo positivo per premiarlo quando farà tutto proprio come desideri. A poco a poco potrai anche togliergli il guinzaglio e vederlo rimanere fermo, seduto e in attesa, mentre tu apri la portiera. ​

La stessa cosa dovrai farla per abituarlo a scendere dall’auto, una volta giunto a destinazione. Dopo alcuni tentativi dovresti riuscire a farlo rimanere fermo sul sedile anche con la portiera o il portellone del bagagliaio aperti, fino a quando non gli avrai messo il guinzaglio.

Ricorda di premiarlo quando esegue tutto nella maniera corretta. ​ Le prime volte scegli luoghi poco trafficati, in modo tale che se il tuo amato Fido dovesse fiondarsi fuori dall’auto prima che tu sia riuscito a mettergli il guinzaglio non rischi di farsi male o di provocare danni. 

Viaggiare in auto con Fido

Oltre ad insegnarli a salire e scendere in maniera garbata, se viaggi con Fido in auto e vuoi impedire che altri passeggeri, salendo successivamente, possano ritrovarsi gli abiti completamente coperti di pelo, dovrai anche predisporre appositi coprisedili.

L’oggetto ideale dovrebbe essere estremamente semplice da collocare e da rimuovere, facilmente trasportabile ed impermeabile, per impedire che un improvviso mal d’auto di Fido possa causare danni alla tappezzeria della vettura.

Il mal d’auto è infatti un problema abbastanza comune, ma che non deve né scoraggiarti né farti desistere dal portare con te il tuo fedele amico a quattro zampe in vacanza.

Devi infatti sapere che vi sono ottimi rimedi (spesso anche a base di sostanze naturali) per prevenire il disturbo e che abituarlo fin da cucciolo ai viaggi in auto potrà davvero aiutarlo a superare il problema che potrebbe invece causargli malessere e disturbi prolungati anche una volta giunto a destinazione.

Non dimenticare che molto spesso anche il mal d’auto è uno dei principali responsabili dell’agitazione all’interno della vettura. Fido tenderà ad associare il viaggio in auto ad una serie di disturbi già avuti in passato, risultando così esageratamente agitato.

1 Comment

  1. La domanda era se far dormire il cane nel letto con noi o no…. non capisco cosa centri di parlare ora del cane in viaggio in macchina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *