Le 3 regole per una convivenza serena con due cani in casa – Expodog Blog

Le 3 regole per una convivenza serena con due cani in casa

Si può convivere serenamente con due cani in casa? La risposta senza dubbio è sì, purché vengano stabilite alcune importanti regole.

Innanzitutto precisiamo subito che due meravigliosi esemplari a quattro zampe potranno farsi compagnia, giocare e condividere insieme l’affetto della famiglia. Ovviamente è importante saper equilibrare bene quelle manifestazioni di affetto per non creare nei due cani competitività. Anche se il nostro amico a quattro zampe ha bisogno dei suoi simili infatti, non bisogna dimenticare che per lui la gerarchia è fondamentale nell’equilibrio del branco ed il nuovo arrivo in famiglia potrebbe dare origine a conflitti.

Come evitare tutto questo? Seguendo alcuni semplici passaggi.​ ​

Primo passo: conoscere bene il proprio cane

Il primo incontro tra il cane di casa e quello che sarà il nuovo arrivato dovrebbe innanzitutto avvenire in un luogo neutro, in modo tale che nessuno dei due possa sentirsi avvantaggiato rispetto all’altro (come potrebbe invece accadere se l’incontro avvenisse in casa, territorio del primo cane). ​

Da questo primo incontro è possibile comprendere subito se il primo cane assume un ruolo dominante, sottomesso oppure equilibrato. ​ ​

Il cane di casa ha un carattere dominante

​Se il primo cane mostra un carattere dominante sarà difficile fargli accettare la presenza del nuovo arrivato, indipendentemente dal suo carattere, in quanto lo vedrà come un intruso giunto ad occupare quel territorio che era esclusivamente suo.

Far convivere un cane dominante con un altro esemplare a quattro zampe sarà possibile solo quando il nuovo arrivato è un tenero cucciolo. Difficilmente infatti il primo cane mostrerà avversione verso il più piccolo, e con il tempo e la pazienza potranno crescere insieme in tutta serenità.​ ​

Il cane di casa ha un carattere sottomesso

​Se il cane di casa al primo incontro al parco si mostra invece sottomesso, le situazioni che si potrebbero venire a creare dipendono molto dal carattere del nuovo amico a quattro zampe.

Potremmo infatti trovarci davanti a un nuovo arrivato che sia:​ ​

  • sottomesso – in questo caso entrambi mostreranno timore uno verso l’altro ma saranno destinati a diventare con il tempo ottimi compagni di vita;​
  • dominante – in questo caso il primo cane sarà destinato ad essere sottomesso al nuovo arrivato e vivrà in una situazione di stress costante;​
  • equilibrato – in questo caso saprà accettare il ruolo di capobranco svolto dal padrone di casa e sarà sempre pronto a trasformarsi lui stesso in capobranco in caso di necessità.​ ​

Il cane di casa ha un carattere equilibrato

Se il cane di casa ha un carattere equilibrato le situazioni davanti alle quali potremmo trovarci di fronte sono diverse e, come già detto parlando del cane con carattere sottomesso, dipendono molto dal secondo arrivato che potrà essere:​ ​

  • sottomesso – in questo caso Fido verrà accettato senza problemi e ben presto giocheranno insieme e si saranno trasformati in due amici inseparabili;​
  • dominante – in questo caso il nuovo arrivato verrà inizialmente tenuto a distanza per evitare scontri, dopodichè vedrà riconosciuto il suo ruolo di capobranco dal primo cane che però tenderà ad ignorarlo;​
  • equilibrato – in questo caso la convivenza sarà in completa serenità, poiché i due si rispetteranno a vicenda e si scambieranno tra di loro il ruolo di capobranco.​ ​

Il ruolo del proprietario

​Indipendentemente dal carattere dei due pelosetti, il proprietario svolge un ruolo fondamentale in quella convivenza: è lui il capobranco per eccellenza e come tale dovrà impartire le regole ad entrambi. ​ ​

Tra gli accorgimenti da tenere quando un nuovo amico a quattro zampe entra in famiglia vi è la predisposizione di una cuccia o di un angolo dedicato al riposo completamente suo. In questo modo si eviterà di creare tensioni dovute al fatto che il primo cane possa sentirsi defraudato dei propri spazi.​ ​

Il mangiare è poi uno dei momenti a cui occorre prestare la massima attenzione. Munirsi sempre di due ciotole distinte, da posizionare ad una certa distanza tra loro, e fare attenzione che nessuno dei due porti via il cibo da quella dell’altro. A fine pasto poi ricordarsi sempre di svuotare entrambi i contenitori eliminando eventuali avanzi di cibo.​ ​

Non coccolare o rimproverare mai uno solo dei due, per evitare che si creino inutili tensioni. Anche gli ordini andranno impartiti in maniera collettiva, in modo tale da evitare che uno dei due possa sentirsi privilegiato rispetto all’altro.​ ​

Evitare sempre di intromettersi nella loro gerarchia o di provare a modificarla. Sarà sempre il capobranco ad essere festeggiato per primo ed a salire in macchina per primo. ​

Cercare, ove possibile, di portarli fuori a passeggiare insieme, ma mantenere separati i momenti che li vedono impegnati nell’addestramento. Questo permetterà loro di non creare condizionamenti o limitazioni. ​ ​

Consigli per una convivenza serena con due cani in casa

​Sarebbe sempre bene tenere presente che è molto più facile convivere serenamente con due cani in casa di sesso opposto, capaci di trovare meglio il loro equilibrio sociale.

Due maschi o due femmine sono più portate a mostrarsi aggressivi e insofferenti tra loro, anche se occorre precisare che in quest’ultimo caso due femmine si mostreranno senz’altro più pacifiche rispetto al cane maschio.​ ​

Vi sono poi alcune razze che sono portate, per le loro caratteristiche genetiche, ad una maggiore competizione e possessività, come ad esempio i terrier. Riuscire a far convivere due esemplari di terrier potrebbe risultare molto più complicato che riuscire a farlo con, ad esempio, due cani levrieri o due alani.

2 Comments

  1. Purtroppo per comprovata esperienza non posso che darvi ragione su tutto!!Ho un Jack Russell che pur essendo tranquillo non tollera la presenza in casa della cagnolina anche lei una Jack Russell di mio figlio.Lei è una cucciola scatenata e screanzata che quando arriva gli mangia il cibo sale sulla sua brandina e spisciacchia dovunque.Lui il mio jack Russell quando gli passa vicino digrigna e tenta di azzannata!!

  2. Io per ora ho tre Bouldog francesi un maschio e una femmina è da qualche mese un altro cucciolo maschio. A parte i primi giorni ora va tutto bene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Trovi interessante questo contenuto? Condividilo.