Fobia dei cani nei bambini: come vincerla in 5 mosse. – Expodog Blog

Fobia dei cani nei bambini: come vincerla in 5 mosse.

Se il tuo bambino ha paura dei cani esistono in realtà alcuni utili metodi per aiutarlo ad affrontare al meglio questa fobia senza alcun rischio di traumi o preoccupazioni fino a quando si renderà conto da solo che non vi è alcun bisogno di temere l’amico fidato dell’uomo, ovvero il cane. 

I benefici di far crescere i bambini con i cani

Ma si può davvero aiutare un bambino che ha la fobia dei cani a superarla in breve tempo? Ebbene sì, questa paura può essere superata grazie ad alcuni utili accorgimenti che sono indispensabili innanzitutto per evitare di alimentare questo stato di ansia e spronare i piccoli all’approccio con l’amico a quattro zampe. Il tuo bimbo si accorgerà infatti di avere affianco un vero e proprio compagno di giochi e la paura diventerà semplicemente un lontano ricordo. 

Cosa fare dunque per aiutare tuo figlio a non avere paura dei cani e affrontare questo problema in modo sereno? La prima cosa da fare è prendere in considerazione che la maggior parte dei bimbi ama stare a contatto con gli animali, moltissimi di loro non possono fare a meno della loro compagnia e crescono interagendo con gli amici a quattro zampe fino ad apprendere tantissimi insegnamenti da questi straordinari animali sempre pronti a proteggerli e a giocare con loro.

Infatti, far crescere un bambino insieme agli animali apporterà numerosi benefici e si rivelerà un vero e proprio percorso psicoterapeutico. Ti basterà osservare tuo figlio correre, giocare e divertirsi con il cucciolo per vederlo felice, pieno di gioia e di energia. Ed ecco perché gli animali sono dunque un potente toccasana per l’infanzia dei bambini.

Fobia dei cani nei bambini: le possibili cause

Non sempre la presenza di un animale, in particolare dei cani, è ben gradita dai bambini. In alcuni casi i bambini potrebbero aver subito un trauma fino a sviluppare una vera e propria fobia dei cani, ad esempio se sono stati aggrediti o morsi. 

In altri casi però la fobia non nasce dal bambino in sé ma viene inculcata dai genitori quando mostrano un atteggiamento eccessivamente protettivo ed ansioso in presenza di un cane: si tratta infatti di un comportamento sbagliato che incute timore e tensione nei piccoli e che può tramutarsi in un’inutile paura priva di fondamento. 

I gesti, le parolee i movimenti verranno assorbiti da tuo figlio il quale andrà ad interpretarli come delle vere e proprie indicazioni e il cane verrà visto come un grave pericolo, un animale al quale non bisogna avvicinarsi. Questo fenomeno si verifica soprattutto quando si tratta di bambini particolarmente piccoli. 

Di conseguenza, più un genitore si comporterà in modo agitato facendo trasparire uno stato di angoscia, più i figli svilupperanno la paura verso questi amici a quattro zampe indipendentemente dalle motivazioni. 

E in altri casi ancora dovrai tener presente che il bambino non avendo avuto esperienze a contatto con gli animali, inizialmente potrebbe essere diffidente e timoroso qualora un cane dovesse avvicinarsi: in questa situazione dovrai avere pazienza e lasciare che il bambino entri pian piano in confidenza con l’animale

Questi primi approcci potrebbero necessitare di tempi differenti da bambino a bambino: non bisogna mai dar loro fretta o forzarli ad accarezzare il cane, durante il primo incontro avverrà tutto da sè e sarà il bambino stesso a superare la paura e cercare un contatto con l’animale. In altri casi, ad esempio se si tratta di cani di grandi dimensioni che incutono timore, potrebbe volerci più tempo affinché il tuo bimbo decida di avvicinarsi all’amico a quattro zampe e una volta instaurata la giusta confidenza avrà piacere a giocarci insieme. 

In altre circostanze invece la fobia dei cani nei bambini verrà superata solo in parte ma un minimo di timore resterà sempre. Cosa fare quindi per migliorare questa situazione? 

Ecco come vincere far vincere la paura dei cani nei bambini in 5 semplici mosse.

1. Innanzitutto dovrai essere ben preparato al fatto che tuo figlio possa approcciarsi con un cane o avvicinarsi ad esso al fine di non incutergli alcuna ansia o timore. Più ti mostrerai tranquillo più il bambino non avrà motivo di avere paura. La serenità di un genitore in questo caso è una vera e propria sfida da mettere in atto per amore del proprio piccolo.

2. Quando il tuo bambino inizia ad entrare in confidenza con il cane è preferibile che si tratti di un animale pacato ed addestrato ed è meglio quindi programmare questo primo approccio nel momento giusto quando il cane è spensierato e non è impegnato a mangiare o non viene distolto da altri cani nei dintorni oppure è in compagnia dei propri cuccioli. 

3. Se il bambino si mostra eccessivamente intimorito e non vuole saperne di avvinarsi al cane potrai essere tu a spronarlo magari avvinandoti all’animale e facendogli una carezza. In questo modo dimostrerai al bambino che il cane è docile e non rappresenta alcun pericolo.

4. Se avrai dimostrato al bambino che non vi è alcun rischio nell’accarezzare ed interagire con il cane e lui non vuole proprio saperne significa che ha ancora bisogno dei suoi tempi. Non forzarlo quindi ed evita di incitarlo ulteriormente al contatto con l’animale fino a quando non sarà lui stesso a sentirsi pronto. In questo caso è preferibile programmare l’incontro sempre con lo stesso cane con il quale il bambino potrà instaurare maggiore fiducia.

5. Dopo aver provato questi metodi è comunque raro che i bimbi si riufiutino di entrare in confidenza con un cane, in casi insoliti però alcuni piccoli potrebbero non voler toccare l’animale con le mani. A questo punto potrai provare a farglielo sfiorare con un piede ma sempre senza alcuna forzatura. Così facendo, sicuramente nel giro di pochi incontri il tuo bimbo e il cane diventeranno amici per la pelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Trovi interessante questo contenuto? Condividilo.