Genetica canina applicata alla “taglia” del chihuahua

Sono certa che alcuni di voi sono meravigliati dalla sorprendente variazione di taglia quando guardano ai Chihuahua. Come accade che da due genitori di taglia normale, o addirittura un po’ grande, nascano cucciolate composte anche o solo da soggetti di piccola o piccolissima “ taglia “?

È pura genetica.

Il gene che controlla la taglia nel Chihuahua possiede 6 alleli e ciascun genitore passa tre dei propri alleli ai cuccioli. I sei alleli possono essere in modo semplificato descritti come aventi ciascuno un valore positivo indicato con segno + ed un negativo indicato con segno – .I sei “valori” degli alleli sono tra loro combinati in un valore che determina la “ taglia “.

Per esempio: +, +, +, -, -, -, = 6 alleli, di cui tre positivi e tre negativi. Ciò pensando a + come a “ più 1 ” ed a – come a “ meno 1 “ . I primi tre alleli positivi controbilanciano i tre negativi ( +1+1+1-1-1-1 = 0 ), così noi ci ritroviamo con 0, o con la cosiddetta “ taglia ” media.

Altro esempio : +, -, +, -, -, -, . Addizionando, noi otteniamo 2 “ più 1” e 4 “ meno 1 “ ( +1+1-1-1-1-1 = -2 ) ottenendo il risulato finale di 2 “ -1 “, quindi sotto la “ taglia “ media. 

Un’ altro esempio ancora. +,+,+,+,-,- . 4 “ più 1 “ e 2 “ meno 1 “ = +2 (+1+1+1+1-1-1 = 2 ). In altre parole, un cucciolo un po’ più grande della media.

Prendendo due genitori di media “ taglia”: 
padre = +,+,+,-,-,- e madre = +,+,+,-,-,- e ponendo che nascano da loro 3 cuccioli.

1° cucciolo : poniano questo cucciolo prenda ( a caso ) 2 “ meno 1 “ ed un “ più 1 “ dal padre e 1 “ meno 1 “ e 2 “ più 1 “ dalla madre . Così il cucciolo 1° possederà -1, -1, +1, -1, +1, +1. Il totale è 0 …un cucciolo di “ taglia “ media da due genitori di ” taglia ” media. Nessuna sorpresa.

2° cucciolo : poniamo che questo cucciolo prenda ( ancora a caso ) 3 “ meno 1 “ dal padre e 3 “ meno 1 “ dalla madre.
Questo 2° cucciolo che “ taglia “ avrà ? Esso possiede -1, -1, -1, -1, -1, -1. Il totale è -6 , cioè un cucciolo di “ taglia “ piccolissima. 

3° cucciolo : lasciamo che questo cucciolo prenda solamente i valori “ più 1 “ sia dal padre che dalla madre ( anche questa ricombinazion può casualmente accadere ). Da ciò avremo +1, +1 , +1 ,+1 ,+1 ,+1 = 6 ed il risultato sarà quello di un Chihuahua più grande rispetto ai propri genitori.
Quando voi vedete come la “ taglia “ è ereditata, questa sorprendente variazione di “ taglia “ nel Chihuahua, comincia ad avere un senso, non è così? Ma la genetica è solo una parte della storia riguardo la “ taglia ”.

È stato ben documentato come la razza umana stia divenendo più grande e più alta con il passare delle generazioni. Quando voi guardate nei musei le riproduzioni delle case dei primi coloni, la misura delle porte e quelle dei letti si dimostrano come essere più ridotte rispetto agli standard odierni.

Questo graduale, ma stabile incremento di taglia della razza umana è stato attribuito dagli scienziati al miglioramento della dieta e della cura della salute nel corso degli anni. La dieta è uno dei fattori a cui generalmente ci si riferisce quando si parla di ambiente e, pure per la “ taglia “ del Chihuahua, la condizione ambientale gioca un ruolo di primaria importanza.
Una appropriata nutrizione, le cure materne, calore ed esercizio, tutto contribuisce alla crescita in un cucciolo.

L’ ultima variabile nella determinazione di “ taglia “ è riferibile ad un fattore congenito che nuoce alla salute. Nuove ricerche fatte dal “ Canine Genome Project “ hanno dimostrato un collegamento tra la taglia e lo sviluppo della tiroide. Cosa ancora non chiara è se la taglia influenza negativamente lo sviluppo della tiroide o se lo sviluppo della tiroide che agisce in negativo sulla taglia. È ben documentato, comunque, come gli esemplari Chihuahua di “taglia “ molto piccola abbiano più frequenti e seri problemi rispetto a quei soggetti, della stessa razza, di “ taglia “ normale.

Trovi interessante questo contenuto? Condividilo.