Linguaggio canino: sei sicuro di conoscerlo davvero? – Expodog Blog

Linguaggio canino: sei sicuro di conoscerlo davvero?

Spesso non esitiamo a dire che conosciamo il nostro fedele amico a quattro zampe meglio di chiunque altro. Ma siamo davvero sicuri che sia così? Per poter instaurare con il nostro Fido un ottimo rapporto e portarlo ad obbedirci la prima cosa da fare è senza dubbio imparare a comprenderlo.

Non dimentichiamo che da questa perfetta comprensione uomo/cane dipende anche il successo di un buon addestramento.

Non potremmo mai pretendere di riuscire a farci obbedire ed educare il cane se non impariamo a capirlo e riconoscere il suo linguaggio.

Se è vero che al nostro fedelissimo amico manca solo la parola, è pur vero che lui comunica con noi attraverso i gesti e lo sguardo.

Sicuramente ciascuno di noi è in grado di interpretare lo stato d’animo del proprio Fido quando, seduti a tavola, lo osserviamo mentre ci guarda coi suoi occhioni languidi, ma al di la di questi momenti, quanti di noi sanno davvero comprendere le sue sensazioni negli altri momenti della giornata? Il linguaggio canino si esprime attraverso:

  • espressione degli occhi
  • postura del corpo
  • posizione della bocca, coda ed orecchie

Una corretta interpretazione di tutti questi elementi ti permetterà di instaurare un ottimo rapporto con il tuo cane, imparando ad interpretare sempre al meglio il suo linguaggio.

Il linguaggio canino: come esprime la sua serenità

Un cane sereno e felice è senza dubbio il miglior esemplare con cui ognuno di noi vorrebbe convivere. Ma come esprime il cane la sua serenità? In questo caso il nostro fedele amico a quattro zampe si mostrerà con gli occhi semichiusi e pupille piccole, la bocca ed il corpo rilassati e la coda bassa e morbida.

Alcune razze canine possono anche mantenere la bocca aperta, ma la mandibola si presenterà sempre rilassata.

Non è inconsueto che in questa situazione il cane possa lasciarsi andare a qualche sbadiglio. La testa potrà essere in asse o leggermente piegata di lato, così come le orecchie potranno essere dritte o piegate leggermente all’indietro.

Quando assume questa postura il cane è rilassato, non avverte alcun pericolo intorno a se e chiede solo coccole ed attenzione.

Il linguaggio del corpo del cane giocoso

Il tuo cane ti osserva con gli occhi semichiusi, la bocca aperta e scodinzolando? Nessun timore, vuole solo esprimerti la sua voglia di giocare.

In questo caso la sua testa sarà alzata e le orecchie saranno posizionate all’indietro e schiacciate dietro alla testa. Corpo morbido e pelo normale il tuo fedele amico a quattro zampe vuole solo invitarti a giocare con lui.

Quando Fido è in questa posizione la cosa migliore da fare è prendere il suo giocattolo preferito e concedersi qualche momento di gioco con il cane.

Linguaggio canino: come capire se Fido è indeciso o attento

Quando Fido si posiziona con la bocca chiusa, il corpo dritto, la coda bassa, la testa inclinata in avanti e le orecchie che si muovono a scatti significa che è indeciso.

Questa situazione si può verificare quando l’animale si trova in situazioni nuove, che non si è mai trovato ad affrontare prima. Il suo stato nasce dal fatto che non sa ancora se può trattarsi di situazioni pericolose o se invece non ha niente da temere.

Per ridurre al minimo la possibilità di ritrovarsi a confrontarsi con un esemplare indeciso è importante intervenire fin dai suoi primi mesi di vita.

Portarlo fuori e farlo socializzare con i suoi simili e con le persone lo aiuterà ad arricchire le sue esperienze, dandogli così modo di trovare nelle quotidiane attività quelle stesse situazioni che ha già affrontato molte volte in passato e ad affrontarle sempre con la necessaria tranquillità.

Rimproverarlo o punirlo per questa sua indecisione non serve a niente, se non a peggiorare il suo senso di insicurezza. In questo caso è importante avvicinarsi a lui con dolcezza e rassicurarlo, facendolo sempre sentire al sicuro.

Diverso è il caso in cui il nostre fedele amico a quattro zampe si presenta con la bocca chiusa, le pupille dilatate, la coda diritta, orecchie e testa inclinate in avanti. Questa è la posizione classica che il cane assume quando ci accingiamo ad una seduta di addestramento.

Con la coda in posizione orizzontale ed il pelo normale il nostro Fido vuole trasmetterci che è pronto a recepire ogni nostro nuovo insegnamento.

Il linguaggio canino: quando Fido ha paura

Quando il nostro Fido avverte un pericolo la sua reazione può portarlo alla sottomissione oppure all’aggressività.

Riconoscere il linguaggio del suo corpo in queste situazioni è fondamentale per riuscire a prevenire azioni sgradevoli e pericolose.

Quando il cane ha paura e vuol manifestare la sua sottomissione assume una postura particolare. Il suo corpo si abbassa, come a volersi rannicchiare in una posizione che gli offra protezione, le orecchie si presentano piegate all’indietro e completamente appiattite, la coda è piegata in basso e posizionata tra le gambe, la bocca è chiusa e la testa è abbassata e piegata su un lato.

Il suo pelo alzato è l’ultimo campanello d’allarme per comunicarci che c’è qualcosa che non va.

Quando il cane è in questo stato d’animo basta poco per trasformare la sua sottomissione per paura in aggressione. Gli occhi, che prima guardavano verso il basso, si presentano leggermente socchiusi e la bocca, che prima era chiusa, diventa leggermente aperta e mostra i suoi denti.

Il cane cerca di reagire a suo modo a qualcosa che gli incute paura. Sgridarlo o urlare in queste situazioni potrebbe solo contribuire ad aumentare la sua agitazione. Meglio cercare di mantenere la calma e cercare di riportarlo alla normalità.

Se il problema si presenta frequentemente potrebbe essere utile chiedere aiuto ad un educatore cinofilo o ad un etologo. Potrebbe infatti essere dovuto a cause comportamentali che scaturiscono da insicurezze legate ad una mancata socializzazione da piccolo o ad altre cause che difficilmente sarai in grado di risolvere senza l’aiuto di un esperto esterno.

Linguaggio del corpo canino: i segnali che devono mettere in allarme

Abbiamo visto che gli elementi con i quali il nostro amato cane a quattro zampe esprime il proprio senso di disagio, che può sfociare nell’aggressività del cane, sono principalmente la bocca ed il pelo.

Quando il nostro cane tiene la bocca aperta e mostra i denti significa che è pronto ad aggredire. L’atteggiamento offensivo si può notare anche nel pelo, che tende a drizzarsi sulle spalle e sul dorso. In questo caso è importante sapere come avvicinarsi all’animale senza provocare in lui ulteriore agitazione. Sarebbe opportuno procedere seguendo un percorso a semicerchio, anziché percorrere una linea retta.

La respirazione dovrà essere mantenuta quanto più regolare possibile, per non fargli percepire la nostra ansia e dovremmo evitare di fissarlo direttamente negli occhi. Il cane infatti interpreterebbe il nostro sguardo come una sfida.

Un altro errore abbastanza comune è quello di avvicinarsi a lui cercando di sorridergli. Considerato che nel linguaggio canino mostrare i denti significa trasmettere un messaggio di ostilità, potrebbe essere portato a fraintendere il nostro comportamento ed assumere in risposta atteggiamento di minaccia.

Ora che sai come interpretare al meglio il linguaggio canino, sei sicuramente pronto per affrontare una convivenza lunga e serena con il tuo amato Fido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *