“Scendo il cane e lo piscio”: la fortuna di avere un cane ai tempi del Coronavirus – Expodog Blog

“Scendo il cane e lo piscio”: la fortuna di avere un cane ai tempi del Coronavirus

  • Home
  • >
  • Salute e Benessere
  • >
  • “Scendo il cane e lo piscio”: la fortuna di avere un cane ai tempi del Coronavirus

Nella situazione che stiamo vivendo a causa del Coronavirus sono davvero molte le limitazioni che ci sono state imposte per limitare il contagio e difendere la nostra stessa incolumità.

Uscire da casa solo per reali esigenze” è il monito che ci arriva dai social, da ogni canale televisivo e radiofonico. Ma fare la passeggiatina veloce con il cane per fargli fare i suoi bisogni è consentito?

La domanda arriva da molti amici dei quattro zampe che nelle regole anti contagio non hanno trovato una risposta chiara. ​ ​

Ebbene sì, si può varcare la soglia di casa per fare la classica passeggiata con Fido, sempre che ovviamente non abbiamo sintomi influenzali o non ci troviamo in quarantena perché positivi al Coronavirus.​ ​

Si può portare a spasso il cane purché sia vivo!​

Lo sò, può farti sorridere, eppure questa è la precisazione che molti Comuni hanno ribadito nei loro post. Ad esempio il Comune di Mamoiada, un Comune del nuorese, ha specificato che il cane “deve essere vivo” per giustificare il valido motivo che rende necessario uscire da casa.​ ​

Se è vero che nei social si sono diffusi ironici post che raffigurano il cane con un cartello di annunci in bocca, offerti dietro ricompensa per dare alle persone un motivo per poter varcare la soglia di casa, è pur vero che c’è stato qualcuno che è stato visto aggirarsi per le vie di quartiere tenendo al guinzaglio cani di pelouche.​ ​

Rispettare entrambi le regole​

La scelta di poter uscire a fare la passeggiata con il proprio fedele amico pelosetto nasce dalla consapevolezza che è anche lui un membro della famiglia e che ha la necessità psicologica, oltre che fisica, di potersi sfogare un attimo all’aria aperta.

Da Palazzo Chigi però arrivano precise istruzioni, che ci invitano a limitare le uscite nelle vicinanze della propria abitazione e per il tempo strettamente necessario. ​ ​

Valgono comunque le regole che prevedono un metro di distanza dalle altre persone, per cui se mentre portiamo Fido al guinzaglio incrociamo qualcuno, con o senza cane, dovremmo ricordarci di non avvicinarci troppo a lui.​ ​

Il fatto che le città siano semivuote a causa del Covid-19 infine non deve consentirci di “dimenticare” di raccogliere le deiezioni, perché magari non corriamo il rischio che nessuno ci veda.

Cerchiamo di far prevalere sempre il bon-ton ed il rispetto per l’ambiente.​ ​

Prima di uscire di casa ricordati comunque sempre di portare con te il modello di autocertificazione, per evitare di farti trovare sprovvisto in caso di controllo ed incorrere in pesanti sanzioni e conseguenze anche penali.​ ​

Al rientro a casa ricordati di lavarti le mani con sapone e gel igienizzante e di pulire anche le zampe di Fido.​ ​

La soluzione per chi non può uscire con il cane​

Se sei bloccato in casa perché sei risultato positivo al tampone Coronavirus la soluzione migliore è quella di dotarsi di traversine assorbenti per animali, posizionandole magari sul balcone così da offrirgli un posto in cui fare i suoi bisogni e magari anche una boccata d’aria fresca.​ ​

Mentre sei a casa ricorda di giocare spesso con lui. Ora che hai più tempo da dedicargli approfitta per interagire e rafforzare il tuo legame con Fido.

Ricorda che hanno un sesto senso e percepiscono anche loro che qualcosa non va. Giocando con lui, distraendolo con qualche seduta casalinga di addestramento, potrai aiutarlo a distogliere l’attenzione da quella strana sensazione che avverte e permettere anche a lui di passare questo brutto periodo con maggiore tranquillità.​ ​

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *