Cuccioli shar pei

Shar Pei, storia e curiosità di un cane che ha rischiato l’estinzione

  • Home
  • >
  • Razze
  • >
  • Shar Pei
  • >
  • Shar Pei, storia e curiosità di un cane che ha rischiato l’estinzione

Razza canina molto antica e originaria della Cina, lo Shar Pei racchiude nel nome le caratteristiche fisiche del suo mano. Il termine Shu, che significa “sabbia”, unito alla parola pei, che vuol dire “pelle”, descrivono la particolarità di quella “pelle di sabbia” particolarissima, che le rughette rendono davvero unica e originale. Bellissimo, leale e affettuoso, lo Shar Pei ha rischiato l’estinzione negli Anni Quaranta, ma fortunatamente, anche grazie all’impegno di un allevatore americano, fu preservato ed è oggi uno dei cani da compagnia più apprezzati.

Shar Pei, il cane dalla pelle rugosa: le origini

Le origini dello Shar Pei risalgono al XIV secolo. Si pensa che inizialmente sia stato allevato come cane da guardia e da combattimento, grazie alla sua grande forza e al suo coraggio. Nel corso degli Anni Quaranta la razza rischiò di scomparire a causa della rivoluzione culturale cinese, e fu solo grazie all’intervento di Matgo Law, un allevatore americano che decise di acquistare alcuni esemplari di Shar Pei per esportarli negli Stati Uniti, che ancora oggi la razza è conosciuta e allevata in tutto il mondo.

Caratteristiche fisiche dello Shar Pei

Corpo solido, compatto e ben piazzato, ha un mantello che può variare di colore, e presentarsi nero, marrone, fulvo o crema. Le sue caratteristiche principali sono quelle graziose rughe, presenti principalmente sul viso, e il colore della lingua. Si tratta infatti di una razza di cani dalla lingua blu, dovuta all’elevata presenza di melanina che tende ad accumularsi nella bocca.

Se state cercando un cane affettuoso e leale, che ami trascorrere molto tempo con la sua famiglia, lo Shar Pei è sicuramente la razza che fa per voi. Pur essendo per indole piuttosto timido con gli estranei, può divenire amichevole anche con le persone che non conosce se abituato alla socializzazione fin da cucciolo. L’addestramento dello Shar Pei richiede pazienza e coerenza, perché si tratta di un cane piuttosto testardo che apprende con l’educazione ferma e impartita con dolcezza.

Come prendersi cura dello Shar Pei

Lo Shar Pei è un cane forte e resistente, che non è soggetto a particolari malattie. Tuttavia necessita di cura e attenzione per prevenire malattie della pelle, che potrebbero portare all’insorgenza di batteri sulla cute. Le pieghe potrebbero infatti trattenere lo sporco, per cui è indispensabile spazzolarlo accuratamente almeno una volta a settimana.

Un’altra patologia che potrebbe insorgere in questa razza, conosciuta come febbre dello Shar Pei, è una malattia ereditaria che può creare episodi di febbre ricorrenti, con gonfiori alle articolazioni e danni a fegato e reni. Pur trattandosi di una patologia abbastanza grave, è possibile scongiurarla acquistando uno Shar Pei da allevatori seri. Solo attraverso esami e analisi particolari infatti, è possibile rilevare la presenza di questa patologia nei cani in tenera età, permettendo di curarla. Acquistando un cucciolo di Shar Pei dagli allevatori presenti su Expodog avrai la sicurezza di portare a casa tua un amico a 4 zampe esente da malattie genetiche della razza. Hai già scelto il tuo allevatore di fiducia? Qui potrai trovare alcuni dei migliori allevamenti italiani di Shar Pei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

trova cuccioli

Articoli più letti

Ultimi articoli

Più venduti

Sezioni del sito