Come insegnare al cane a camminare al guinzaglio – Expodog Blog

Come insegnare al cane a camminare al guinzaglio

I momenti della giornata dedicati alla passeggiata con Fido sono sicuramente attimi piacevoli, a patto che l’uscita non si trasformi in un tira e molla. Per passeggiare sereni con il nostro amato pelosetto è quindi indispensabile insegnargli a camminare al guinzaglio.​ ​

I primi insegnamenti: i comandi di base

​ Per prima cosa vorremmo puntualizzare che per insegnare al cane a camminare al guinzaglio non è mai troppo presto. Si può (anzi è consigliabile) iniziare a farlo fin da cucciolo.

Se Fido cresce abituato ad essere libero sarà poi portato a vedere nel guinzaglio una costrizione e quindi lo accetterà con maggiore difficoltà.​ ​

Per iniziare vi consigliamo di esercitarsi in un’area chiusa (giardino o terrazzo se disponibili, altrimenti andrà bene anche l’interno dell’appartamento).

Cominciate con il fargli annusare il guinzaglio, dopodiché attaccatelo al collare e fate in modo che Fido possa tirare per comprendere che questo nuovo oggetto lo trattiene.​ ​

Molto spesso Fido vede nel guinzaglio un nuovo gioco e tende a morsicarlo. Se accade è bene distrarlo con altri giochi, scegliendo magari quelli che preferisce.

Riuscire a vincere il suo istinto di giocare con il nuovo gioco/guinzaglio potrebbe richiedere molta pazienza e diversi tentativi.​ ​ Non appena vedete che ha accettato la presenza del guinzaglio senza più cercare di morderlo, trattenete il nuovo oggetto nella mano e chiamate il cane. Appena arriva somministrategli un piccolo dolcetto.

Attaccate il guinzaglio al collare del cane. ed analizzate il suo comportamento. Se inizia a tirare fermatevi di nuovo e fatelo giocare. Ripetere l’operazione fino a quando Fido non comprende che non si tratta di un giocattolo e che non deve tirare.​ ​

Tutti pronti: si può uscire con Fido al guinzaglio

​Quando notate che il vostro pelosetto ha finalmente smesso di tirare e di morsicchiare il guinzaglio sarà giunto il momento di uscire per la passeggiata.

Cambiando l’ambiente potreste ritrovarvi ancora con qualche problema, come quello legato al fatto che Fido inizia di nuovo a tirare per andare in un punto preciso.

Se questo accade fermatevi e cambiate direzione. In questo modo il vostro cane capirà che siete voi a decidere quale percorso fare e non lui.​ ​ Prima di uscire di casa ricordate di prendere con voi qualche biscotto. In particolar modo nelle prime passeggiate all’aperto con il guinzaglio è importante premiare la bravura di Fido con il rinforzo positivo, per cui se saprà camminare per un tratto di strada senza tirare ricordati di premiarlo con una golosa prelibatezza. ​ ​

Il rinforzo positivo è sicuramente sempre il miglior modo per premiare Fido ogni volta che compie qualcosa nel modo corretto e, scegliendo i suoi bocconcini preferiti, riuscirai a motivarlo sempre più a proseguire con il comportamento corretto.​

Come scegliere il guinzaglio per Fido

Esistono molte tipologie di guinzagli per Fido ed orientarsi in un mercato così vasto potrebbe apparire davvero difficile. Se state cercando un oggetto per partecipare ad una mostra canina, ad esempio, i nostri consigli sul guinzaglio da Expo potranno offrirvi preziosi suggerimenti per cercare di vincere la mostra canina.

Quando però si tratta di scegliere il guinzaglio per la passeggiata di Fido occorre prestare una particolare attenzione alla resistenza ed all’impugnatura. In particolar modo per le prime uscite, quando Fido non è ancora abituato e potrebbe strattonare spesso, è importante che il guinzaglio offra una adeguata resistenza e sia al tempo stesso provvisto di un’impugnatura sicura e provvista di imbottitura per proteggere la mano dall’attrito della corda.

Se poi ha uno strato interno ad alta densità anti-morso tanto meglio! Per quanto riguarda la lunghezza della corda è importante che questa sia di circa 1,5 metri, in modo tale da lasciare un buon margine di libertà al cane tenendolo al tempo stesso sotto controllo. In alternativa è possibile scegliere un prodotto che abbia una corda più lunga ma che permetta di azionare in un attimo anche la funzione di stop, come il guinzaglio retrattile.

1 Comment

  1. Pingback: Ripartenza: come gestire Fido nella Fase 2 – Coronavirus – Expodog Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *