Come lavare il cane

Il cane è il nostro carissimo amico fedele e deve essere curato con tutte le migliori accortezze per farlo stare bene. Prima di tutto dobbiamo tenerlo pulito, togliere lo sporco, liberarlo dal pelo morto ed eliminare i parassiti. Anche lui ha bisogno di uno shampoo per la sua igiene. Il prodotto permette di mantenere il pelo lucido, morbido e in salute più a lungo possibile; lo farà sentire parte della famiglia. È una bella soddisfazione vederlo pulito e profumato. Ecco allora qualche consiglio per lavare il cane senza commettere errori.

Come scegliere il miglior shampoo per cani

Il cane, per il bagno, ha bisogno di uno shampoo specifico perché la sua pelle è delicata. Quindi quando compriamo un prodotto leggiamo attentamente cosa c’è scritto perché alcuni prodotti possono non essere tollerati dal cane. Se non sono adatti possono creare arrossamenti, irritazioni e dermatiti.

La prima regola che dovrebbe avere un buon shampoo pet è quella di non fare molta schiuma. Come abbiamo detto prima, la pelle del cane è più sensibile rispetto alla nostra. Il valore del PH del cane può essere tra i 6,2 e gli 8,6 mentre il nostro PH è 5. L’epidermide del cane è dai 30 ai 95 micrometri e si può determinare l’aderenza batterica. Infatti, esistono vari tipi di shampoo anche senza spendere molto ma di ottima qualità. Per questo passaggio chiediamo un consiglio al nostro veterinario che dirà che tipo di pelle ha il nostro cane se grassa o secca.

Se l’epidermide ha un’alta produzione di sebo ha bisogno di uno shampoo astringente che purifichi la superficie cutanea. Se invece ha la pelle secca ha bisogno di uno shampoo a base di oli vegetali come olio di soia o albicocca, così il pelo viene idratato, oppure di uno shampoo iperproteico a base di mandorle o di oliva. Se infine il cane ha il pelo molto duro avrà bisogno di un prodotto a base di legno di panama o di limone.

Una volta scelto lo shampoo adatto al nostro fedele amico possiamo lavarlo. Iniziamo…

Come fare il bagnetto a Fido

Innanzi tutto mettiamo il cane in vasca e facciamo scorrere acqua tiepida fino a riempire la vasca. Durante il bagnetto ogni tanto fare pause per farlo giocare e rassicurarlo. Poi dobbiamo spazzolare il pelo del cane, in particolare se ha il pelo lungo, per togliere lo sporco, il pelo morto e i nodi: lo shampoo penetra così a fondo e riesce e dare i suoi effetti. Mettere dei batuffoli di cotone nelle orecchie per proteggerle dall’acqua. Meglio iniziare a lavarlo dal collo in giù. Il musetto lo puliamo a parte con un asciugamano inumidito. Poi mettere alcune gocce di acqua minerale negli occhi per proteggerli dallo shampoo.

Insaponarlo e massaggiarlo con delicatezza per fare in modo che i principi attivi agiscano sul pelo e la pelle, poi risciacquarlo con acqua tiepida fino a quando l’acqua non risulterà trasparente. Possiamo usare anche un balsamo per dare vitalità al suo pelo. Eccoci così giunti al momento dell’asciugatura: prima tamponeremo con un telo morbido per poi passare all’asciugatura vera e propria con il phon.

Ma sicuramente anche il cane vi aiuterà scuotendosi. La cosa importante che dobbiamo sapere è che non dobbiamo lavare spesso il nostro amico ma farlo solo nel caso sia effettivamente necessario. Se lo laviamo troppo spesso il suo pelo può diventare secco e danneggiato. Ora è il momento di coccolare il nostro cane lavato e profumato.

1 Comment

  1. Come toelettatrice non sono d’accordo con l’articolo, si condivido in pieno il fatto che vada lavato e curato nell’igiene per lui in primo e per chi lo ha in casa. Non sono d’accordo come si spiega il tipo di shampoo, il consiglio del veterinario poi assurdo, il batuffolo nelle orecchie a parte che il cane non lo terrà mai potrebbe essere per loro fastidioso, sarebbe importante spazzolarli prima di bagnarli, non si parla di balsamo che protegge la cute del dopo shampoo, il cane se lavato. Alcune razze poi Se lavati con buoni prodotti si possono lavare tutte le settimane e la pelle non sarà secca o con problemi se il lavoro sarà stato fatto corretto. spero di non essere stata aggressiva ma i privati non istruiti correttamente possono fare dei danni credimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trova cucciolo

Articoli più letti

Ultimi articoli

Sezioni del sito