Labrador Retriever: intelligente, bellissimo ed affettuoso – Expodog Blog

Labrador Retriever: intelligente, bellissimo ed affettuoso

Conosciuto anche più semplicemente come Labrador, il Labrador Retriever è una razza allevata e selezionata a partire dal XIX secolo partendo dal cane di St. John, importato in Inghilterra dalla Penisola del Labrador, dove veniva impiegato per recuperare le reti dai pescatori. ​ ​

Eccellente nuotatore ed intelligentissimo, il Labrador è divenuto famoso come animale da riporto, e per questo particolarmente amato dai cacciatori. In realtà però è anche il cane da compagnia ideale, soprattutto se in famiglia vi sono dei bambini con i quali saprà mostrarsi docile, giocherellone e paziente.​ ​

Il suo impiego si ritrova anche come cane di assistenza ai disabili, dove si rivela prezioso per la sua intelligenza e docilità, e a fianco delle forze dell’ordine, per il suo incredibile fiuto.​ ​

Se stai pensando di prendere in casa un Labrador Retriever, leggendo questo articolo scoprirai qualcosa di più sul suo carattere, sull’addestramento e sulle caratteristiche della razza.​ ​

Labrador Retriever: Caratteristiche fisiche standard della razza

Yellow Labrador retriever dog on the beach

​Cane di taglia medio/grande piuttosto muscoloso, il Labrador Retriever maschio può arrivare ad un’altezza di 60/62 cm ed un peso di 35/40 kg. Le femmine solitamente sono leggermente più basse (55/56 cm) e di peso inferiore (25/34 kg). ​ ​

La testa del Labrador è larga ed appuntita ed il tartufo è ampio. Le orecchie, di forma triangolare ma arrotondate, devono pendere. Il collo ed il petto sono particolarmente robusti.

Il pelo corto e lucido può essere nero, marrone/chocolate o miele/champagne, ma deve sempre essere a tinta unita.​ ​

In una cucciolata possono anche esserci cuccioli di vari colori. Questo dipende da diversi fattori genetici, che possono anche dare origine a sfumature. Rifacendosi allo standard ufficiale della razza, il Labrador può presentarsi anche con tinte dal crema al rosso volpe, negli esemplari champagne, oppure dal marrone di media intensità al marrone scurissimo, negli esemplari chocolate.

Per i Labrador neri invece non sono ammesse variazioni ed il manto deve presentarsi privo di sfumature particolari. ​ ​

Lo standard della razza prevede, per tutte e tre le varianti, che possa essere presente una macchia bianca sul petto, purché le sue dimensioni non superino quelle di una moneta da due euro.​ ​

Alimentazione e salute: prendersi cura del Labrador Retriever

​Quando parliamo di alimentazione del Labrador uno degli errori più comuni è quello di pensare che, essendo un cane molto attivo, abbia necessità di pasti super abbondanti.

In realtà questa convinzione può nuocere moltissimo alla sua salute, portandolo all’aumento di peso che è uno dei problemi più diffusi nella razza. ​ ​

In realtà sarebbe importantissimo stabilire il fabbisogno energetico del proprio Labrador Retriever con il veterinario di fiducia ed attenersi alle indicazioni date, evitando spuntini fuori pasto e la somministrazione di avanzi di cucina.​ ​

Alimentazione Labrador Retriever

​L’aumento improvviso di peso, a cui la razza è soggetta, si manifesta già a partire dai due mesi di vita. Per questo è importante che, fin da cucciolo, il Labrador Retriever segua una dieta alimentare corretta. Nei cuccioli andrebbero evitati cibi ad alto contenuto proteico, prediligendo quelli che non superino il 25% di proteine ed abbiano un valore di grassi al di sotto del 14%. ​ ​

Le crocchette o il cibo umido che sceglieremo dovrebbe anche presentare una percentuale di calcio dell’1,2%, mentre non dovrebbe avere percentuali di fosforo superiori all’1%. Importantissima la presenza di Omega 3 ed Omega 6.​

Nell’alimentazione del Labrador Retriever in generale, e del cucciolo in modo particolare, ha un ruolo fondamentale il polso fermo del suo amico umano. Sebbene tenda al sovrappeso infatti, il Labrador elemosinerà cibo dal suo primo giorno di vita fino all’ultimo e, anche se può apparire difficile resistere a quegli occhioni imploranti, è importante attenersi sempre alle dosi consigliate. ​

Una buona regola da seguire è quella che prevede di pesare il cucciolo ogni due settimane. Tra il secondo ed il terzo mese una crescita di un kg ogni settimana può essere considerata ottimale.

Dal quarto mese invece la crescita settimanale andrà a diminuire, per poi arrestarsi all’ottavo mese. Da questo momento in poi inizierà a svilupparsi la massa muscolare. ​ ​

Fino al quinto mese è consigliabile suddividere la razione giornaliera in tre pasti, dopodiché si può passare a due somministrazioni giornaliere.​ ​

L’alimentazione di un Labrador adulto potrà contenere una percentuale leggermente più alta di carboidrati se l’animale è molto attivo. Se invece tende a condurre vita sedentaria la percentuale di carboidrati dovrà essere piuttosto bassa, per evitare sovrappeso e patologie collegate.​ ​

Salute e malattie del Labrador Retriever

​L’aspetto fisico robusto del Labrador Retriever rispecchia una salute altrettanto forte. L’aspettativa di vita di questa razza canina è di circa 12/13 anni, anche se non mancano esemplari che raggiungono i 15/16 anni.

Una corretta alimentazione ed uno stile di vita adeguato sono tra i principali componenti per una vita lunga, sana e in forma. ​

Per quanto riguarda le malattie del Labrador Retriever possiamo dire che questa razza non è particolarmente soggetta a patologie ereditarie. Tra le malattie che possono interessare il Labrador Retriever vi sono:

  • ​Displasia delle anche​
  • Displasia dei gomiti​
  • Atrofia progressiva della retina​
  • Infezione delle orecchie​

Per quanto riguarda la displasia delle anche e dei gomiti è importante sottolineare l’importanza di rivolgersi ad allevatori seri quando si decide di far entrare nella propria famiglia il Labrador Retriever.

Questi infatti possono fornire maggiori sicurezze, in quanto non faranno mai accoppiare esemplari con queste patologie e non esiteranno a fornire copia delle lastre ufficiali dei genitori a chi adotta un cucciolo.

La presenza di allevatori professionali potrà dare maggiori garanzie anche riguardo alla prevenzione dell’atrofia progressiva della retina. Trattandosi di una patologia ereditaria, appare evidente l’importanza di specifici test sul DNA dei genitori, che un bravo allevatore non mancherà di far eseguire.

L’infezione delle orecchie potrà invece prevenuta con una accurata pulizia regolare. Oltre a queste malattie il Labrador Retriever può essere soggetto alle più comuni patologie che interessano i cani, spesso legate all’ambiente esterno, come la Leishmaniosi, la Filariosi, la Parvovirosi ed il Cimurro.

Una buona attività di prevenzione ed una adeguata profilassi da stabilire con il proprio veterinario di fiducia potranno scongiurare tali pericoli.

Addestrare il Labrador Retriever

L’addestramento del Labrador Retriever dovrebbe iniziare fin da cucciolo, fornendogli le regole di base che possano garantire una convivenza serena. ​

Addestramento di base del Labrador

​Le prime regole di base da impartire con costanza riguardano attività come:​

  • camminare al guinzaglio​
  • fare i propri bisogni all’esterno ed in punti prestabiliti​
  • comando NO​
  • comando BASTA​
  • ordine SEDUTO​
  • ordine GIU’​ ​

Il Labrador Retriever è una razza molto intelligente ed incline all’ascolto ed all’apprendimento. Ripetere gli esercizi ogni giorno, gratificando i suoi successi, lo aiuterà ad apprendere velocemente.

Da evitare invece la punizione, che potrebbe portarlo al contrario ad una perdita di interesse verso gli esercizi proposti e a sviluppare un senso di timore verso l’amico umano che lo porterebbe inevitabilmente a fare dei passi indietro. ​ ​

Per gratificarlo è sufficiente qualcuno dei suoi bocconcini preferiti, ovviamente senza esagerare per non incorrere nei problemi di sovrappeso molto comuni in questa razza canina.​ ​

Addestramento avanzato del Labrador

​Un addestramento avanzato dovrebbe essere fatto in collaborazione con addestratori esperti, in grado di impartire particolari regole al cane attraverso veri e propri corsi di addestramento. ​ ​

In particolar modo potrebbe essere utile l’intervento di un addestratore esterno quando siamo in presenza di soggetti particolarmente testardi o con problemi che danno origine a comportamenti insoliti.​ ​

All’addestramento avanzato dovrà sempre essere presente anche l’amico umano del Labrador Retriever. Questi corsi infatti offrono il vantaggio di stabilire i ruoli di leader e di gregario. Dovrà essere il proprietario ad impartire i comandi al suo fedele amico a quattro zampe, sarà lui il suo punto di riferimento in quello che il cane sente come il proprio branco.​ ​

Un buon addestramento porterà il Labrador Retriever ad essere anche molto più aperto nella ricezione di nuovi stimoli e sarà molto più semplice comunicare con lui.

Convivenza con il Labrador Retriever

Dopo aver analizzato nel dettaglio caratteristiche, carattere, alimentazione e salute del Labrador Retriever, vorremmo fare un’ultima considerazione sul tipo di persone a cui questo meraviglioso esemplare possa essere consigliato.

Innanzitutto potremmo dire che, data la sua grande vitalità, il Labrador Retriever dovrebbe essere scelto da una persona che è disposto a dedicargli del tempo con lunghe passeggiate ed attività all’aperto.

Anche se sarebbe preferibile vivere in una casa con giardino, il Labrador potrebbe benissimo vivere anche all’interno di un appartamento, purché il suo amico umano sia disposto a portarlo fuori con regolarità.

Essendo un cane molto sensibile ha bisogno di essere considerato parte integrante della famiglia. Per questo motivo è importante che, chi sceglie di portare a casa un Labrador Retriever, sia disposto a dedicargli del tempo.

Il Labrador è un cane fedelissimo alla sua famiglia, paziente con i bambini piccoli, giocherellone e vivace. Si affeziona a tutti i componenti e darebbe la vita per loro.

Non chiede grandi spazi ma ha un bisogno vitale della compagnia dell’uomo. Sa essere un compagno di vita esemplare per chi saprà regalargli l’affetto e le attenzioni di cui ha bisogno!

Quali i migliori allevamenti di Labrador Retriever ?

Dunque, dopo tutto questo articolo ti è venuta davvero voglia di strapazzare di coccole un Labrador Retriever, ma non sai da dove cominciare…

Ti diamo noi alcuni suggerimenti selezionando alcuni tra i migliori allevamenti di Labrador in Italia.

I labrador di casa Paraporti

Via mulino 11 (ex via tosi 3)  Ottobiano (PV)
Chiamaci: 339 5833561   335 6280756
https://www.paraporti.com/

Luckyland-labrador

Via pisani dossi  Corbetta (MI)
Chiamaci: 0236544664   3496358403 / 3476433503
https://www.luckylandlabrador.it/

Azienda agricola dei nobi

Via sandro pertini 4  Vignate (MI)
Chiamaci: 335/6840007   347/5986900
https://aziendaagricoladeinobi.it/

Soc. agr. la contea s.s. di marni roberto, elena & c.

Strada vecchia comunale  Graffignana (LO)
Chiamaci: 0371/209164   393/0446531 366/6292725
http://www.laconteadelvignolofiorito.it/allevamento/


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *