5 Regole per la salute del cane – Expodog Blog

5 Regole per la salute del cane

Avere un amico a quattro zampe sempre in perfetta salute dipende anche dalla capacità del suo amico umano di prevenire ed essere in grado di intervenire tempestivamente in caso di necessità. Vi sono alcuni comportamenti da adottare che potranno davvero aiutare Fido a stare sempre bene. Vediamo allora quali sono le 5 regole indispensabili per la salute del cane.

1.La dieta di Fido: cosa è importante sapere

Come per noi umani, anche per i nostri amici a quattro zampe l’alimentazione è un fattore importantissimo per la salute. Per farlo crescere bene è necessario che il cibo che gli serviamo nella sua ciotola sia sempre sano e bilanciato.

Se la scelta di alimenti per cani preconfezionati (umidi o secchi) possono fornire indicazioni nell’etichetta sull’apporto nutrizionale, il discorso si fa un po’ più complicato quando invece si sceglie per lui un’alimentazione casalinga.

Iniziamo con il dire che la scelta di alimenti preconfezionati umidi o secchi non comporta differenze di qualità. Sono entrambi ottimi purché di ottima qualità. In genere il nostro amico a quattro zampe tende a trovare più appetitoso il cibo umido (quello delle scatolette, per intenderci) rispetto ai croccantini, soprattutto nei mesi estivi quando il caldo può causare inappetenza e la zuppa umida risulta senza dubbio più appetitosa ed invitante.

Ma la scelta di uno piuttosto che l’altro non pregiudica assolutamente i criteri di una dieta sana. La scelta dovrà ovviamente essere orientata verso una gamma di prodotti specifici per l’età del cane e le dosi giornaliere somministrate dovranno rispecchiare quelle riportate in etichetta.

In genere le migliori aziende di alimenti PET prevedono cibi destinati a:

  • puppy per i cuccioli
  • regular per cani che non hanno nessun problema e svolgono una regolare attività fisica
  • premium destinato ai quattro zampe che svolgono intensa attività fisica e necessitano di un elevato apporto proteico
  • light riservati ai cani che fanno vita sedentaria o che sono in sovrappeso (hanno un basso contenuto di proteine)

La dieta casalinga invece dovrà essere attentamente studiata con il proprio veterinario di fiducia, poiché dovrà riuscire a fornire la stessa quantità di proteine di alimenti PET industriali ma saremmo noi a doverla realizzare in casa.

Certamente la scelta di una alimentazione casalinga mette al riparo dal pericolo di dare al nostro fedele amico pet food in cui sono presenti conservanti o coloranti, ma non può essere basata sul principio di mettere nella sua ciotola gli avanzi della tavola.

Per quanto riguarda la frequenza dei pasti molti veterinari sono concordi nell’affermare che due volte al giorno sia la soluzione ottimale, per evitare che il nostro Fido arrivi all’ora della pappa troppo affamato e si abbuffi dandogli però allo stesso tempo modo di svolgere un regolare metabolismo tra un pasto e l’altro.

2.L’importanza del movimento per Fido

Un altro elemento estremamente importante per la salute di Fido è il movimento.

Certamente portarlo fuori a fare la passeggiata quotidiana è un buon sistema per aiutarlo a socializzare con gli altri umani ed i suoi simili, oltre che per fargli sfogare la sua irruenza ed evitare che la indirizzi verso comportamenti distruttivi in casa.

Ma farlo camminare al guinzaglio e fargli fare una corsetta al parco è anche un ottimo sistema per mantenere in buona salute le sue articolazioni.

Moltissimi studi infatti hanno dimostrato che tante malattie del cane legate alle articolazioni ed alle ossa sono più frequenti in esemplari che fanno vita sedentaria, e che spesso finiscono anche per essere in sovrappeso.

3.La piccola farmacia PET da tenere in casa

Avere in casa un amico a quattro zampe significa anche saper intervenire immediatamente in caso di necessità

Per questo vi sono alcuni prodotti farmaceutici che non dovrebbero mai mancare nella tua casa.

La piccola farmacia PET di cui ti stiamo parlando è quella che generalmente ognuno di noi ha a disposizione nella propria casa sempre (con pochissime aggiunte) e prevede:

  • garze e bende
  • cerotti
  • disinfettante
  • pomata antibiotica da applicare su piccole ferite
  • pinzette da depilazione per togliere fili d’erba e zecche
  • siringhe
  • tagliaunghie
  • antiparassitario

Questi prodotti ti permetteranno di intervenire nel caso in cui il tuo fedele amico si provochi, ad esempio piccole abrasioni, senza dover correre dal veterinario.

4.Fido sta male: che fare? Come riconoscere i sintomi sospetti

Come capire quando un comportamento insolito di Fido è legato ad un capriccio e quando invece occorre preoccuparsi seriamente?

Può non essere sempre semplice capire quando è davvero necessario allarmarsi. In genere quando il nostro fedele amico a quattro zampe inizia ad avere comportamenti diversi dal solito occorre prestargli molta attenzione.

I sintomi che dovrebbero preoccupare di più sono:

  • cambiamento di umore
  • ansia, sottomissione, paura con la tendenza ad isolarsi
  • improvvisa aggressività
  • inappetenza
  • improvvisa stanchezza e letargia
  • mancanza di voglia di giocare o uscire di casa

In generale i cambiamenti comportamentali del cane avvengono quando il nostro amico prova dolore nello spostarsi (problemi articolari), oppure è affetto da infezioni intestinali (inappetenza).

Questi cambiamenti non devono affatto essere sottovalutati e, insieme a quelli che interessano un improvviso cambio di odore nell’alito, orecchie o cute ed al bisogno di bere eccessive quantità di acqua, devono spingerci a cercare al più presto il nostro veterinario di fiducia.

5.Il controllo veterinario periodico

Il cane sta bene… Quante volte dietro questa frase sottovalutiamo l’importanza di un controllo veterinario periodico?

In realtà, anche se il nostro fedele amico gode di ottima salute, un controllo periodico sarebbe importante.

Infatti la visita veterinaria periodica serve, oltre che a programmare in modo ottimale tutte le vaccinazioni necessarie per il cane, anche per verificare che non vi siano abitudini alimentari o comportamentali da cambiare.

Il medico infatti, in occasione della visita periodica, verificherà che il nostro fedele amico sia in peso forma e che non presenti nessuna patologia.

Come accade per noi, anche per Fido la prevenzione è estremamente importante e spesso permette di rilevare patologie prima che queste diano una sintomatologia evidente.

Intervenire tempestivamente può senza dubbio aiutare Fido a guarire più in fretta o a limitare i danni della patologia nel tempo.

La scelta del veterinario di fiducia dovrà essere fatta con estrema attenzione. Sarebbe infatti importantissimo poter contare su di lui sia in caso di emergenza in ambulatorio, sia come punto di riferimento quando necessitiamo di un consiglio anche telefonico su un comportamento insolito del nostro fedele amico a quattro zampe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *